Skip to main content

La produzione di guarnizioni in gomma per tubi presenta un problema noto a tutti coloro che sono impegnati in questo tipo di manifattura: il cosiddetto “stripping” o distacco dei pezzi dagli alberi cilindrici rotanti che vengono adottati oggi nei sistemi di stampaggio di questi prodotti.

Abitualmente questa operazione viene fatta a mano, con ovvi problemi di tempo-uomo impiegato e scarsa produttività, oppure con sistemi automatici, che però devono superare due problemi: evitare la perdita di calore degli alberi rotanti e conseguenti blocchi della produzione e contenere il più possibile gli spazi di apertura dello stampo, necessari a estrarre i due alberi per effettuare il distacco dei pezzi.

Rep ha di recente messo a punto un nuovo sistema automatico che utilizza un doppio nastro rotante, configurato in modo da adattarsi al diametro degli alberi rotanti in modo tale da “sgranare” una a una le guarnizioni stampate ed evitare così che queste, nel distaccarsi, possano sovrapporsi e, ancora calde appiccicarsi l’una all’altra, determinando problemi di qualità e di perdita di tempo nella cernita del prodotto.

Potete vedere il funzionamento del sistema in un video realizzato da Rep, che trovate qui sotto.

Il filmato mostra un progetto che utilizza una pressa a iniezione V69Y50 di Rep, con una forza di chiusura di 400 t, che utilizza uno stampo a 112 cavità, e due alberi cilindrici, con doppio ugello a canale freddo, per la produzione di o-ring del diametro nominale di 110 mm. Il movimento di apertura dello stampo e di spostamento degli alberi cilindriche per lo stripping delle guarnizioni è realizzato con attuatori elettrici. Un sistema laser controlla che gli alberi siano completamente privi di guarnizioni quando, al termine del processo, vengono ricollocati automaticamente all’interno dello stampo per un nuovo ciclo di produzione. Ulteriori informazioni sul sito dell’azienda.

css.php